Make-up anti età: come realizzare un trucco che non invecchia

Make-up anti età: come realizzare un trucco che non invecchia e quali errori evitare

Parliamo di make-up anti età: ecco tutte le dritte per realizzare un trucco che non invecchia, i prodotti consigliati e gli errori da evitare per non evidenziare i segni del tempo

Vuoi conoscere tutti i segreti per un perfetto make-up anti età? Oggi ti spieghiamo quali sono i prodotti da usare e gli errori da evitare, per realizzare un trucco che non invecchia e non evidenzia i segni del tempo. Perché, non avere più vent’anni, non significa assolutamente dover rinunciare ad essere belle e ad esibire una pelle il più possibile uniforme, mimetizzando i segni del tempo.

Make-up anti età https://www.instagram.com/sandra.bullock.official/

Ti sarà senz’altro capitato che, truccandoti, a volte l’effetto risulta quello di una pelle spenta e stanca, caratterizzata da rughette e linee sottili in bella mostra, tanto da non capire dove hai sbagliato. Bene, la buona notizia è che bastano dei piccoli accorgimenti, per evitare che il trucco accentui le rughe e le imperfezioni, andando invece a illuminare e a migliorare l’aspetto dell’intero viso.

Trucco che non invecchia: la base

Una buona base costituisce il punto di partenza per la realizzazione di qualsiasi make-up. La scelta del fondotinta corretto, la sua applicazione, l’utilizzo di cipria e blush: ognuno di questi passaggi ha la sua importanza e concorre a creare un trucco che non invecchi e non segni le rughe.

  • Come primo step, se sono presenti occhiaie scure o marcate, puoi correggerle applicando il giusto correttore per occhiaie. Se utilizzi un correttore arancione per coprire occhiaie molto scure, o verde in caso di couperose o venuzze in evidenza, sarà preferibile applicarlo prima del fondotinta.
  • Per fare una base viso perfetta, occorre innanzitutto scegliere un fondotinta dello stesso identico tono della pelle, o al massimo leggermente più chiaro. Se il risultato è una pelle troppo pallida, potrai sempre correggerla in seguito con bronzer e blush. Un fondotinta troppo scuro, steso su una pelle non più giovanissima, tenderebbe infatti a enfatizzare i segni dell’età e a togliere luminosità al volto, accentuando i segni della stanchezza. Un fondotinta scuro invecchia e indurisce i lineamenti.
  • Un altro consiglio, è quello di evitare formulazioni troppo pesanti e dense, anche se ad alta coprenza, poiché il rischio è quello di ottenere l’effetto opposto e trovarsi, dopo poco tempo, con il prodotto accumulato nelle pieghe e nelle rughette di espressione.

Trucco che non invecchia https://www.instagram.com/kate__blanchett/

Fondotinta anti age: come sceglierlo

La texture di un fondotinta anti age, deve essere coprente ma leggera. Se non sono presenti grosse macchie o difetti da coprire, meglio optare per una BB Cream, o per un fondo liquido idratante o in crema, a media coprenza, come ad esempio potrebbe essere Accord Parfait di L’Oréal.

In ogni caso, se l’epidermide non è ben idratata e non hai problemi di pelle grassa, evita i fondotinta extra matte, poiché solitamente tendono a seccare la pelle e quindi evidenziare i segni dell’età. Per un effetto più naturale e luminoso, puoi stendere il fondo con una spugnetta bagnata, per un effetto più coprente, spugnetta asciutta o pennello. Anche se più semplici da applicare, se la tua pelle non è più giovanissima, metti da parte i fondotinta in polvere, che tendono a mettere in risalto le rughe.

I correttori rosa o pesca, possono tranquillamente essere applicati dopo il fondotinta, in base alle abitudini e preferenze personali. In alternativa, per velare ulteriormente le occhiaie, se sono ancora visibili, possiamo anche procedere all’applicazione dello stesso fondotinta utilizzato sul resto del viso nella zona del contorno occhi.

Make up anti età: l’uso delle polveri

Qualsiasi fondotinta fluido, anche se opaco, va fissato con una cipria. Meglio se trasparente, in polvere libera, la cipria serve a non far spostare il fondotinta e garantisce ai prodotti applicati successivamente una stesura omogenea e senza macchie. Meglio applicarla con un pennello grande e morbido, che con la spugnetta o il puff.

In particolare, la cipria risulta indispensabile se si utilizzano fondotinta fluidi, in quanto impedisce loro di chiazzarsi durante la giornata e quindi evita il tanto antiestetico effetto macchia.

Ne basta poca, non importa eccedere, bisogna però aver cura di insistere nei punti strategici, quelli che tendono a lucidare (la cosiddetta zona T: naso, fronte e mento). Anche qui, è essenziale scegliere la giusta tipologia, per evitare di segnare o seccare troppo la pelle.

Dopo aver messo la cipria, possiamo passare all’utilizzo di terra abbronzante e blush. Per realizzare un perfetto make up anti età, entrambi dovrebbero essere di una tonalità non troppo scura e applicati rigorosamente tirandoli verso l’esterno. Se si tende a tirare le polveri abbronzanti o il fard verso il basso, avvicinandosi troppo al centro, si tende a scavare troppo il viso, in particolare se già magro.

Come usare blush e bronzer per non invecchiare il viso

Blush e bronzer si possono utilizzare contemporaneamente, ma c’è chi preferisce usare soltanto l’uno o l’altro. Come regola generale, se ami mettere il blush ma possiedi una pelle del viso con couperose o tendente ad arrossarsi, evita i fard rosati e prediligi le tonalità pescate, facendo sì che si fondano uniformemente con la terra.Make-up anti age: come farlo

Quest’ultima, serve anche a far apparire lo zigomo più alto, se applicata partendo dalla base dell’orecchio e sfumando verso l’alto, è in grado di ricreare un prezioso effetto lifting. Inoltre, in caso di doppio mento, basterà applicare ancora un po’ di terra proprio nella zona del mento, per andare a creare un’ombra, un furbo gioco di chiaro-scuri che mimetizzerà il “difetto“.

Per quanto riguarda l’illuminante, è concesso soltanto se non troppo perlato. Se vuoi ottenere un trucco che non invecchi e non evidenzi le rughette di espressione, presenti specialmente nella zona perioculare e nella parte alta dello zigomo, scegli un highlighter opaco, o comunque evita gli illuminanti super-shimmer o olografici.

Make up anti età: come truccare gli occhi

Il miglior make-up occhi anti età è senz’altro quello leggero e luminoso. Anche se accattivanti e bellissimi da vedere sulle ragazze molto giovani, gli ombretti scuri e gli smokey eyes troppo accentuati o creati con colori molto forti, tolgono inevitabilmente luminosità e freschezza allo sguardo.

Per ringiovanire otticamente l’occhio, sono consigliate tutte le sfumature di rosa, nude, pesca, oro, rame e i marroni caldi mediamente intensi. Da prediligere, sono gli ombretti satinati e matte, sapientemente sfumati tra loro, sempre utilizzando strategici punti luce all’interno dell’occhio e sotto all’arcata sopracciliare.

Perfetta per truccare gli occhi senza invecchiare lo sguardo, potrebbe essere una palette di ombretti nude, come la Naked Reloaded di Urban Decay.

Palette Naked Reloaded Urban Decay https://www.instagram.com/manon_ple_/?hl=it

Per evitare che l’ombretto vada nelle pieghe dell’occhio, meglio optare per eyeshadows in polvere compatta, evitando quelli in polvere libera e con un’alta concentrazione di glitter all’interno.

Le sopracciglia sono un altro punto fondamentale, da non trascurare per ottenere un trucco che non invecchia lo sguardo. Devono essere delineate alla perfezione e avere una linea piuttosto ampia, che tenda ad aprirsi verso l’alto e verso l’esterno dell’occhio. Se le sopracciglia tendono a scendere durante la giornata, prova a fissarle con un gel specifico trasparente, da applicare sopra al tuo prodotto per definire le sopracciglia preferito.

Su un contorno occhi non più giovanissimo, meglio sostituire l’eyeliner con la matita ben sfumata, la quale evidenzia molto meno le pieghe ed è anche molto più semplice da applicare. In commercio, ce ne sono moltissime già dotate di sfumino sul retro della confezione, caratterizzate da mine morbide effetto velluto, che si sfumano in un attimo.

Per quanto riguarda i consigli sul make-up anti età ci fermiamo qui. Hai domande o vuoi ulteriori chiarimenti in merito? Lascia un commento sotto l’articolo, il nostro team sarà a tua disposizione al più presto!

Ombretto che va nelle pieghe dell’occhio: come evitarlo?

Please follow and like us:
error
Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *