Ombretto che va nelle pieghe dell'occhio: come evitarlo

Ombretto che va nelle pieghe dell’occhio: come evitarlo?

Come evitare che l’ombretto vada nelle pieghe dell’occhio e quali sono gli step da fare per far durare a lungo il tuo eyeshadow e impedire che si accumuli nella palpebra dopo poco tempo

Sarà capitato anche a te di avere a che fare con l’ombretto che va nelle pieghe dell’occhio: come evitarlo e cosa fare perché non accada? Il periodo natalizio vedrà occhi al centro dell’attenzione, evidenziati e messi in risalto da ombretti glitterati e super sparkle, in particolare per quanto riguarda il trucco di Capodanno. Ecco come creare un eyes make up look in grado di resistere a lungo, anche durante i party delle feste più impegnativi.

Come evitare che l'ombretto vada nelle pieghe dell'occhio

Molte volte, quando ci trucchiamo, abbiamo i minuti contati e, complice la fretta, ci dimentichiamo di seguire degli step importantissimi.

Questo ombretto non è buono, va tutto nelle pieghe, devo comprarne uno nuovo“… lo hai detto anche tu almeno una volta? Aspetta a buttarlo, dagli ancora una chance, segui i consigli che ti daremo in questo articolo e prova ad applicarlo seguendo passo passo gli step suggeriti dal nostro team.

Gli step da seguire per impedire che l’ombretto si accumuli nelle pieghe dell’occhioCome evitare che l'ombretto si accumuli nelle pieghe dell'occhio

Vediamo insieme quali sono i passaggi da seguire, per impedire che l’ombretto vada a finire nelle pieghe dell’occhio e, allo stesso tempo, resista più a lungo. Non è detto che un ombretto low cost duri necessariamente di meno di uno di marca, in molti casi basta adottare alcuni accorgimenti, che spesso vengono trascurati o tralasciati.

Creare sempre una buona base

Come abbiamo visto nell’articolo dedicato, per ottenere un make up che duri è necessario creare una base viso perfetta. Truccarsi senza una buona base, è un po’ come costruire una casa senza fondamenta solide. Questo vale anche per il trucco occhi, in particolare per la zona della palpebra mobile, che ha bisogno essere preparata nel migliore dei modi.

Prima di iniziare a truccarti, non dimenticarti di stendere un siero o una crema contorno occhi a base non oleosa. Dopo averla applicata, ricordati sempre di aspettare qualche minuto. In questo modo impedirai al correttore e agli altri prodotti per il make up occhi di fondersi con la crema, permettendogli di fissarsi bene al viso.

Si tratta di attendere quei due minuti in più, che ti salveranno il make up, evitando che tutto il tempo impiegato per farti bella vada a farsi benedire.

Primer occhi: sì o no?

Il primer occhi serve davvero? Dipende dal trucco che si ha in mente di fare. Se si ha intenzione di realizzare uno smokey eyes o di utilizzare ombretti molto scuri, oppure due o tre colori che necessitano di essere sfumati a lungo, o ancora, se si ha la palpebra oleosa o in programma di dover passare molte ore fuori casa, sarebbe bene stendere il primer.

Questo prodotto, aiuta a sfumare meglio l’ombretto e a far durare più a lungo il trucco, aumentando la tenuta anche agli eyeshadow che non hanno la dicitura long lasting. Per il trucco veloce di tutti i giorni, soprattutto se si vuole utilizzare un ombretto mono colore, si può tranquillamente saltare questo passaggio. Inoltre, sapevi che il primer aumenta la pigmentazione degli ombretti, aiutando a far diventare più scriventi anche quelli che a prima impressione sembrano difficilmente sfumabili?

Correttore e cipria prima dell’ombretto

Correttore, anche se ti sembra di non avere occhiaie o segni nella zona perioculare? Sì, grazie! L’uso del correttore, steso sulla palpebra prima dell’ombretto, serve a farlo rimanere più steso, creando una specie di “barriera” che impedisce all’ombretto di andare a depositarsi nelle pieghette dell’occhio.

La raccomandazione è: farlo asciugare bene, altrimenti farà virare di tonalità il colore di qualsiasi ombretto. Un velo di cipria opacizzante trasparente, passato sopra al correttore, completerà la tua base. Adesso potrai procedere all’applicazione dell’ombretto e, se li utilizzi, di matita, eyeliner o mascara.

Ombretto che non va nelle pieghe: quale tipo scegliere?

Ombretto che non va nelle pieghe: quale tipo scegliere

Tra i tanti tipi disponibili sul mercato, come scegliere l’ombretto giusto, che non vada a depositarsi nelle pieghe dell’occhio, dando quell’antiestetico effetto trascurato?

Senz’altro, i più semplici da stendere e da utilizzare, ma anche quelli che solitamente durano più a lungo, sono gli ombretti in polvere compatta. Via libera agli ombretti compatti satinati o opachi, perfetti per donne di qualsiasi età, da stendere sempre aiutandosi con i giusti pennelli da sfumatura, rigorosamente puliti e asciutti.

Ok anche agli ombretti in polvere libera, ma attenzione ad applicarli, dato che sono quelli con maggior rischio di fall-out, dunque i più difficili da utilizzare.

Gli ombretti shimmer,con una grande concentrazione di glitter, evidenziano i difetti della palpebra. Sarebbe dunque bene limitarne l’utilizzo se si possiede un contorno occhi non più freschissimo, riservandoli alla creazione di strategici punti luce, che illuminano e aprono lo sguardo.

Quelli in crema o in stick sono da evitare se si ha palpebra oleosa, qualche rughetta in più o la palpebra che inizia a cedere un pochino, poichè hanno la tendenza a enfatizzare i segni dell’età e a depositarsi nelle pieghe.

Questi sono i nostri consigli, hai anche tu qualche dritta da dare alle nostre lettrici su come evitare che l’ombretto vada nelle pieghe dell’occhio? Raccontaci in un commento quali sono i tuoi step di bellezza!

Potrebbe interessarti anche: Correttore occhiaie: come scegliere il colore giusto

Please follow and like us:
error
Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *